Wall

“Voglio morire”. Storie di Nauru, il centro per migranti australiano

Nauru Island
Nauru Island
     
Nauru Island

Nauru Island

Nauru è una piccolissima isola al largo dell’Australia. Molto lontana dalle coste. È usata come centro di detenzione dei migranti, in particolare richiedenti asilo.

Il Guardian ha catalogato duemila casi di pesanti violazioni dei diritti umani. Bambini disperati che urlano “voglio morire“, violenze e tentativi di suicidio.

Manifestazioni sono in corso in tutta l’Australia per interrompere questo orrore in un paese ritenuto “civile”. Da leggere per chi invoca in modello australiano in Europa.

La storia del centro di detenzione (english)

Il database del Guardian (english)

 

Sull'autore

Antonello Mangano

È autore di ricerche, inchieste e saggi sui temi delle migrazioni e della lotta alla mafia. Fondatore di “terrelibere.org”, ha scritto i libri "Gli africani salveranno Rosarno" (terrelibere.org 2009), “Gli africani salveranno l’Italia” (Rizzoli 2010), "Voi li chiamate clandestini" (manifestolibri 2010), "Zenobia" (Castelvecchi 2013). Ha collaborato con MicroMega e Repubblica.it. Attualmente scrive per l'Espresso.