Vogliamo un’etichetta trasparente che ci informi sul rispetto dei diritti dei lavoratori

     

Il percorso

È ormai evidente che i prodotti frutto di sfruttamento finiscono anche nei banconi dei grandi supermercati.

La giustificazione

Le aziende si difendono con le liberatorie fatte firmare ai propri fornitori. Oppure chiudendo i contratti a fronte di situazioni imbarazzanti. Questi comportamenti non sono più accettabili.

Adesso basta

Dobbiamo essere tanti e far capire alla GDO che l’informazione sui diritti dei lavoratori per noi è importante.

La campagna si è chiusa il 16 marzo 2019 con 900 firme.
Scopri gli sviluppi nella pagina del progetto filiere >

Sull'autore

Redazione terrelibere