Nonostante la guerra, le istituzioni del Nord Est parlano di opportunità di investimento in Libia. L’approccio è sempre quello neocoloniale: trovare un regime stabile che garantisca gli affari nazionali.

     

Libia

Libia, “caos e opportunità” è il titolo di un incontro organizzato dalla Camera di Commercio di Gorizia. L’approccio è il solito: l’Università di Trieste ricorda il “legame indissolubile” tra i due paesi, il vice – sindaco di Tripoli spiega le opportunità nella situazione attuale e gli altri parlano di “ruolo strategico e stabilizzazione”.

Parole ricorrenti che segnano la continuità nell’approccio con le ex colonie: fare affari e trovare un’autorità (di qualunque tipo) che li garantisca.

Nel frattempo due italiani che lavoravano nel paese sono stati sequestrati.

La notizia del convegno di Gorizia sulla stampa libica

Sull'autore

Redazione terrelibere