“Il caporalato? Ha un ruolo preciso: far risparmiare le aziende”

Share on facebook
Share on twitter
Share on email
Share on whatsapp
La proposta del ministro dell'agricoltura Martina di confiscare i beni delle aziende che usano i caporali è solo un primo passo. Alcune verifiche si possono già fare incrociando dati su Internet”. L’idea delle etichette narranti e di un sostegno diverso a chi denuncia

Intervista di Redattore Sociale sul tema del caporalato.

I caporali esistono perché svolgono un ruolo preciso: organizzano la forza lavoro in maniera rapida e permettono alle aziende di risparmiare.

Cosa si può fare?

La strada più efficace è quella di risalire il vertice della filiera ma finora non è stato fatto per il timore di perdere posti di lavoro

Le proposte

  1. Responsabilità solidale delle aziende
  2. Etichette narranti
  3. Elenco pubblico dei fornitori delle multinazionali e dei supermercati

Come fare i controlli?

Molte verifiche si possono fare anche incrociando i dati su internet: basta confrontare i contributi versati all’Inps e la quantità di prodotto.

Perché si interviene solo ora?

Finora si è lasciato correre, illudendosi che questo problema riguardasse solo gli immigrati, persone che non hanno peso politico perché non votano. Adesso abbiamo capito che non muoiono solo gli stranieri ma anche gli italiani

 

 Questa storia è stata letta 2439 volte

Il libro / Lo sfruttamento nel piatto
La filiera agricola e le vite di chi ci lavora
Leggi »

Lo sfruttamento nel piatto

Tra breve riprenderanno le presentazioni del libro. Resta aggiornato per conoscere le prossime date



Lo sfruttamento nel piatto