Andria. Morto bracciante senegalese

Share on facebook
Share on twitter
Share on email
Share on whatsapp

Talla Seck, senegalese, 56 anni. Troppi per resistere alle durissime condizioni di vita delle campagne italiane. È morto per le esalazioni di un rudimentale braciere che gli serviva per scaldarsi. Infatti viveva in una tendopoli improvvisata, nella stessa zona dove questa estate aveva perso la vita Paola Clemente.
Seck era uno dei lavoratori impegnati nella raccolta delle olive.

Leggi tutto

Questa storia è stata letta 3181 volte
Filiere. Cosa c’è dietro l’etichetta?
I legami tra caporalato e filiera agroalimentare
Scopri »