Notizie

Kosovo: recuperati 13 corpi in fossa comune

Gli esperti della missione delle Nazioni Unite (Unmik) hanno confermato oggi di aver scoperto una fossa comune con i resti di “non albanesi“ nel distretto di Klina, nel Kosovo centrale.

     

Dopo due giorni di scavi sono stati finora estratti 13 corpi, che si sospetta siano stati sepolti nella zona fra il 1998 e il 1999, quando in tutto il Kosovo era in corso un violento conflitto armato fra guerriglieri albanesi dell`Uck e forze di sicurezza serbe.

Nella zona di Klina al tempo della guerra le forze dell`Uck erano particolarmente attive, e non si esclude che quella scoperta ora possa diventare la prova dei crimini commessi dai combattenti albanesi sui quali indaga anche il tribunale internazionale per i crimini di guerra nell`ex Jugoslavia (Tpi).

Fra gli albanesi incriminati dal Tpi c`e` l`ex primo ministro del Kosovo Ramush Haradinaj, attualmente detenuto all`Aja. Sia serbi che albanesi hanno denunciato la scomparsa di oltre 2500 civili dei quali si sono perse le tracce sin dai tempi della guerra civile.

I negoziati fra le due parti per tentare di fare luce sulla sorte degli scomparsi, finora sono falliti.

(ANSA). BLL-COR

20/04/2005

Sull'autore