Crimini di guerra

Guatemala: trovate 12 fosse comuni nel Quiché

  Esperti della Fondazione di antropologia forense del Guatemala hanno localizzato 12 fosse comuni nel terreno dove un tempo sorgeva la base militare n° 22 dell’esercito a Playa Grande, nel dipartimento del Quiché, circa 300 chilometri a nord della capitale.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Lo ha reso noto il ‘Grupo de Apoyo Mutuo’ (Gam), organizzazione che riunisce i familiari delle vittime della guerra civile (1960-’96), precisando che il cimitero clandestino potrebbe contenere i resti di almeno 300 persone ‘desaparecidas’. Le operazioni di scavo, iniziate questa settimana, hanno già portato alla luce 15 crani umani, presumibilmente di ‘campesinos’ uccisi dai militari.

Secondo il Gam, i soldati in servizio presso la base militare n° 22 furono protagonisti di una feroce repressione contro migliaia di contadini indigeni che abitavano nella regione durante gli anni più cruenti del conflitto.

Nel rapporto ‘Guatemala nunca mas’ (Guatemala mai più) sui crimini compiuti durante la guerra civile (1960-’96), realizzato dal compianto monsignor Juan José Gerardi nell’ambito del progetto diocesano ‘Remhi’ (Recupero Memoria Storica e Giustizia) sono elencate oltre 55.000 violazioni dei diritti umani perpetrate nel corso del conflitto interno, concluso con un bilancio di almeno 200.000 vittime, tra morti e ‘desaparecidos’. L’80 % dei casi è attribuito all’esercito.

[FB] – GUATEMALA 29/4/2005

 Questa storia è stata letta 2024 volte

Il libro
Lo sfruttamento nel piatto
La filiera agricola e le vite di chi ci lavora
Leggi »
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Laterza editore

Lo sfruttamento nel piatto

Le filiere agricole, lo sfruttamento schiavile e le vite di chi ci lavora


Nuova edizione economica a 11 €

Lo sfruttamento nel piatto

Ricominciano le presentazioni del libro! Resta aggiornato per conoscere le prossime date