Commissione ONU diritti umani vota risoluzione di condanna Cuba

  La Commissione delle Nazioni Unite sui diritti umani ha votato a maggioranza la risoluzione presentata dagli Stati Uniti contro Cuba.
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Nella risoluzione si chiede al governo dell’Avana di avviare una reale collaborazione con l’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i diritti umani, che dal 2003 aspetta di avere il via libera per compiere una visita nel Paese caraibico.

Rispetto all’anno scorso, quando una mozione molto più dura – presentata dall’Honduras sotto ‘dettatura’ di Washington – era stata approvata con un solo voto di scarto (22 a 21, con 10 astenuti), oggi la Commissione ha ottenuto una maggioranza più larga (21 a 17), ma ha perso un voto rispetto a 12 mesi fa, mentre si è ingrossato il plotone degli astenuti (15 contro i 10 dell’anno scorso).

Quella di oggi è probabilmente una vittoria della diplomazia Usa, ma preoccupa l’appoggio dato alla risoluzione dai Paesi dell’Unione Europea, che potrebbe tornare a incrinare di nuovo i rapporti con l’Avana, nonostante le recenti aperture. Rilevante il fatto che i Paesi sudamericani membri della Commissione (Argentina, Brasile, Perú e Paraguay) si siano astenuti, mentre quelli centroamericani (Honduras, Messico, Guatemala, Costa Rica) ancora una volta abbiano seguito le indicazioni statunitensi. Hanno confermato il voto contrario dell’anno scorso, invece, Cina, Russia e Zimbabwe.

[LL] – CUBA 14/4/2005

 Questa storia è stata letta 2139 volte

Il libro
Lo sfruttamento nel piatto
La filiera agricola e le vite di chi ci lavora
Leggi »

Lo sfruttamento nel piatto

Ricominciano le presentazioni del libro! Resta aggiornato per conoscere le prossime date



Lo sfruttamento nel piatto