Sarebbero almeno una trentina, tra cui donne e bambini, le persone uccise ieri sera in due quartieri di Rio de Janeiro da uomini armati non identificati che si spostavano a bordo di due automobili.

     

Il segretario alla sicurezza dell’omonimo Stato, Marcelo Itagiba, ha riferito questa mattina ad alcune emittenti radiofoniche locali che erano circa le 20:30 (23:30 Gmt) quando il ‘commando’ ha dapprima aperto il fuoco contro alcune persone riunite in un bar nella zona di Nova Iguaçu, uccidendone sei all’interno del locale e assassinando altri nove passanti.

Nella fuga, in direzione di Queimados, circa 15 chilometri da Nova Iguaçu, hanno continuato a sparare all’impazzata contro chiunque incontrassero sulla loro strada, provocando altri 15 morti. Il bilancio, tuttavia, non è ancora definitivo.

Secondo Marcelo Itagiba, non è escluso che gli autori della strage possano essere poliziotti che hanno agito in rappresaglia al recente arresto di otto loro colleghi del 15esimo Battaglione di Caixas, accusati di un duplice omicidio.

[FB] – BRAZIL 1/4/2005

Sull'autore