Rinvenuta in Colombia fossa comune vittime paramilitarismo

Share on facebook
Share on twitter
Share on email
Share on whatsapp

Un portavoce della Procura generale di Sincelejo ha riferito che cinque corpi sono stati già identificati: si tratta di civili scomparsi in circostanze non ancora chiare nel 2001, dopo essere stati catturati dai combattenti di un fronte paramilitare conosciuto come `Heroes de los Montes Maria`.

Le operazioni di scavo erano partite all`inizio di marzo, su segnalazione di alcuni `campesinos` che da tempo non avevano più notizie dei loro congiunti.

I periti continuano a scavare alla ricerca di altri cadaveri nei terreni di tenute agricole nei villaggi di Brisas, Buenos Aires e Pajonal.

La magistratura locale ha emesso un ordine di cattura nei confronti di tale Rodrigo Antonio Mercato, alias `Cadena`, considerato il comandante dei `paras` attivi nella zona.

Le Autodifese unite della Colombia (Auc), movimento che riunisce i principali gruppi paramilitari del Paese sono impegnati da due anni e mezzo in un faticoso processo di pace con il governo di Bogota; sono accusati di aver ripetutamente violato il `cessate-il-fuoco` unilaterale proclamato nel dicembre del 2002.

I colloqui hanno portato finora al disarmo di 5.000 miliziani dei circa 20.000 che, sulla carta, dovrebbero abbandonare la lotta armata entro il prossimo 31 dicembre.

FB – Misna, 31.03.05

 Questa storia è stata letta 1413 volte

Il libro / Lo sfruttamento nel piatto
La filiera agricola e le vite di chi ci lavora
Leggi »

Lo sfruttamento nel piatto

Tra breve riprenderanno le presentazioni del libro. Resta aggiornato per conoscere le prossime date



Lo sfruttamento nel piatto