Incastrati. I rifugiati nei campi di pomodoro di Foggia

Share on facebook
Share on twitter
Share on email
Share on whatsapp
Sono richiedenti asilo, diniegati, ricorrenti e persino rifugiati col permesso di soggiorno in tasca. Dovrebbero essere protetti, invece rischiano la vita nei campi di pomodoro. Dallo Stato ai caporali, il sistema d'accoglienza italiano fornisce braccia in quantità inesauribile. E l'Europa li ha incastrati nei nostri confini

Ghetto 2014

Questa storia è stata letta 2637 volte
Il libro / Lo sfruttamento nel piatto
La filiera agricola e le vite di chi ci lavora
Leggi »