Brasile: gravidanze precoci prima causa abbandono scolastico

  La gravidanza precoce, soprattutto delle ragazze d’età compresa tra 15 e 17 anni, è la causa dell’abbandono scolastico di almeno il 25% delle adolescenti e giovani brasiliane oltre a essere la terza causa assoluta di morte.
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Lo si apprende da uno studio del ministero della Salute brasiliana (denominato ‘Salute Brasile 2005’) e da altri due rapporti (dal titolo rispettivamente ‘Gioventù brasiliana’ e ‘Gioventù e sessualità’) dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura (Unesco), di cui la stampa nazionale brasiliana dà oggi notizia con ampio risalto.

Secondo questi studi, la precoce maternità e i problemi di sussistenza che comporta sono una delle principali cause dell’abbandono scolastico e, di conseguenza, della povertà delle giovani 15-17enni, sebbene esista tutta una casistica legata a madri bambine o adolescenti (10-14 anni), che ogni anno danno alla luce decine di migliaia di bambini (82.834 quelli censiti tra il 2001 e il 2003).

Sempre la maternità precoce è la terza causa di morte per le ragazze tra 15 e 17 anni, dopo gli omicidi e gli incidenti stradali. La gioventù maggiormente provata dal fenomeno delle maternità precoci è quella appartenente agli strati più poveri della popolazione.

Secondo le statistiche dell’Unesco, il 31% di queste ragazze risiede nella poverissima regione nord-orientale mentre, in termini più generali, il 71% vive nelle regioni interne. Nel periodo tra il 2001 e il 2003 le ragazze tra i 15 e i 19 anni hanno partorito circa due milioni di bambini, molti dei quali condannati a una vita di stenti.

[LL] – BRAZIL 8/3/2005

 Questa storia è stata letta 2079 volte

Il libro
Lo sfruttamento nel piatto
La filiera agricola e le vite di chi ci lavora
Leggi »

Lo sfruttamento nel piatto

Ricominciano le presentazioni del libro! Resta aggiornato per conoscere le prossime date



Lo sfruttamento nel piatto