Guerre dimenticate

E` nuovamente tensione militare tra Etiopia ed Eritrea

  L’Etiopia avrebbe ucciso due soldati catturandone altri quattro in una zona distante una ventina di chilometri dal confine con l’Eritrea, non lontano dall’area di ‘sicurezza temporanea’ controllata dall’Onu.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Lo ha detto un portavoce della missione di pace delle Nazioni Unite presente nei due Paesi del Corno d’Africa, conosciuta con l’acronimo Unmee (United Nations mission in Ethiopia and Eritrea).

Le autorità di Asmara ha smentito sul sito internet del governo che le persone fermate appartengano alle proprie forze armate eritree. Gail Bindley-Taylor Sainte, responsabile della comunicazione della missione Onu, ha spiegato che i caschi blu hanno potuto interrogare i quattro prigionieri, i quali – pur privi di documenti tranne uno – si sono dichiarati eritrei.

I responsabili della forza di pace internazionale hanno anche espresso preoccupazione per la presenza “di un numero significativo di truppe alla frontiera”, affermando comunque che “la situazione militare resta stabile”.

Questo incidente conferma la tensione che da mesi non accenna a diminuire tra i due Paesi, protagonisti di una sanguinosa guerra per motivi territoriali tra il 1998 e il 2000.

Con l’accordo di pace, una commissione internazionale venne incaricata di definire il confine tra Etiopia ed Eritrea: Addis Abeba ha lungo respinto questo pronunciamento a lungo, accettandolo solo nel novembre 2004, chiedendo un dialogo – non ancora avviato – con Asmara.

[EB] – ETHIOPIA 18/2/2005

 Questa storia è stata letta 2363 volte

Il libro
Lo sfruttamento nel piatto
La filiera agricola e le vite di chi ci lavora
Leggi »
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Laterza editore

Lo sfruttamento nel piatto

Le filiere agricole, lo sfruttamento schiavile e le vite di chi ci lavora


Nuova edizione economica a 11 €

Lo sfruttamento nel piatto

Ricominciano le presentazioni del libro! Resta aggiornato per conoscere le prossime date