Drammatiche le cifre della violenza sui minori nel paese centroamericano.

     

Sono stati 847 gli omicidi di bambini e giovani entro i 23 anni denunciati l’anno scorso in Guatemala. Lo ha reso noto l’organizzazione umanitaria internazionale ‘Casa Alianza’, attiva nella difesa dei diritti dell’infanzia e della gioventù nel continente americano, precisando tuttavia che il totale è probabilmente impreciso per difetto, visto che i dati si riferiscono esclusivamente alla capitale Città del Guatemala e ai centri limitrofi e non all’intero territorio nazionale.

Delle vittime, 745 erano di sesso maschile, precisa inoltre l’organizzazione, spiegando che tra gennaio e dicembre 2004 in Guatemala sono stati assassinati più del doppio dei minori e dei giovani che in Honduras, considerato uno dei Paesi più violenti dell’America centrale (395 omicidi), e molti di più che in Nicaragua (163) e nella Costa Rica (29). Il numero delle vittime risulta inoltre in aumento rispetto a quelle registrate nel 2003, allorché i bambini e gli ‘under 23’ assassinati furono, sempre secondo i dati di ‘Casa Alianza’, 747.[LL]

Agenzia Misna, Guatemala, 8.2.2005

Sull'autore