Le Autodifese unite della Colombia (Auc),da sei mesi impegnate nei colloqui con il governo a Santa Fe de Ralito, diventeranno una formazione politica.

     

Lo ha anticipato al quotidiano ‘El Espectador’ Rocio Arias, deputata del Parlamento del dipartimento di Antioquia, coinvolta nel processo di pace tra le parti.

Il movimento dovrebbe chiamarsi ‘Alleanza per l’unità della Colombia’ – mantenendo quindi la sigla Auc – e avere come slogan “Per una Colombia in pace e senza fame”. Obiettivo, conquistare due seggi al Parlamento nazionale, probabilmente con la stessa Arias e Giovanni Marín, uno degli ex-comandanti del ‘Bloque Cacique Nutibara’ delle Auc di Medellín, il primo fronte paramilitare smobilitato lo scorso anno.

Proprio Medellín, capitale del dipartimento nordorientale di Antioquia, sarà la base operativa del partito; anche nel Nariño, nel sud del Paese, zona con massiccia presenza guerrigliera, si starebbero già organizzando attività di propaganda.

La parlamentare Arias, criticata da più parti per il suo esplicito appoggio al negoziato tra governo e Auc – accusate di aver perpetrato una serie impressionante di violazioni dei diritti umani in oltre 20 anni di lotta armata – ha detto di non temere nuove contestazioni. “Credo nella volontà di pace di queste persone che ora vogliono fare politica. In questa fase dei colloqui si sta giocando una partita importante per il futuro della Colombia”.

[FB] – COLOMBIA 28/1/2005

Sull'autore