Colombia: 139 attentati contro sopravvissuti Unión Patriotica

Share on facebook
Share on twitter
Share on email
Share on whatsapp
Secondo l’ultimo rapporto del gruppo Reiniciar, presentato in un’udienza della Commissione Interamericana per i Diritti Umani, negli ultimi 8 mesi si sono presentati 139 casi di aggressione e violazione dei diritti umani ai danni dei sopravvissuti al genocidio politico dell`Unión Patriotica.

L’Unión Patriotica (UP), nata a metà degli anni ’80 come risultato del processo di pace tra l’allora presidente colombiano Betancourt e le FARC, ha subito un vero e proprio sterminio ai danni di oltre 5000 dei suoi militanti e dirigenti (tra cui 2 candidati alla presidenza e diversi parlamentari, sindaci e consiglieri) per mano del paramilitarismo di Stato.

Secondo il suddetto rapporto, negli ultimi mesi 21 militanti dell’UP sono stati assassinati (due dei quali con torture), 6 sono stati fatti sparire, 5 hanno subito attentati, 30 sono stati minacciati ed arrestati e 54 sono stati sfollati; altri 5 presentano segni di tortura. I dipartimenti in cui questi crimini efferati hanno avuto maggiormente luogo sono il Tolima, Cundinamarca, il Meta ed il Guaviare, tutti ubicati nel centro-sud del Paese dove è attualmente in corso il “Plan Patriota” del governo narco-fascista di Uribe Vélez.

 Questa storia è stata letta 2191 volte

Il libro / Lo sfruttamento nel piatto
La filiera agricola e le vite di chi ci lavora
Leggi »

Lo sfruttamento nel piatto

Tra breve riprenderanno le presentazioni del libro. Resta aggiornato per conoscere le prossime date



Lo sfruttamento nel piatto