Muoiono per la carestia decine di persone in Burundi

  Sarebbero circa cento le persone morte per fame o per le sue conseguenze negli ultimi due mesi in alcune provincie della zona settentrionale del Burundi.
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Lo hanno riferito fonti dell`amministrazione locale, precisando che circa 70 vittime di malnturizione sono state “recensite” nella provincia di Muyinga (circa 160 chilometri a nord est di Bujumbura), mentre “una ventina” in quella di Kirundo (200 chilometri a nord est della capitale).

In un`intervista all`agenzia Afp, il governatore di Muyinga, Saidi Badende, ha sottolineato che la carestia e le conseguenze sulla salute legate alla malnutrizione hanno causato vittime in “sei dei sette comuni della provincia”.

L`amministrazione di Kirundo aveva lanciato l`allarme malnutrizione già ai primi di dicembre quando aveva fatto sapere di aver registrato 4 morti per denutrizione. In quel caso, il governatore della regione burundese, Philippe Njoni aveva legato i decessi direttamente alla siccità che ha colpito la zona e che ha ridotto fortemente la produzione agricola della zona: “in particolare quella dei fagioli – ha precisato Njoni – il prodotto base dell’alimentazione locale.

Il raccolto di quest’anno rappresenta il 20% di quello del 1998, l’ultimo anno in cui si ebbe una normale quantità di piogge”. A dicembre il Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite (Pam) aveva definito “preoccupante” la situazione alimentare in questa provincia, pur rigettando l`utilizzo del termine “carestia”.

[MZ] – BURUNDI 12/1/2005

 Questa storia è stata letta 1367 volte

Il libro
Lo sfruttamento nel piatto
La filiera agricola e le vite di chi ci lavora
Leggi »

Lo sfruttamento nel piatto

Ricominciano le presentazioni del libro! Resta aggiornato per conoscere le prossime date



Lo sfruttamento nel piatto