Notizie

Nicaragua: Sandinista alla presidenza del parlamento

Il Parlamento nicaraguense ha eletto la sua nuova giunta direttiva che sarà presieduta da un deputato sandinista, René Nuñez Téllez: l’ultima volta che il Fronte sandinista di liberazione nazionale (Fsln) aveva esercitato tale incarico era stato 15 anni fa con il defunto Carlos Nuñez, fratello del nuovo presidente dell’Assemblea nazionale.

     

Il consiglio direttivo del Parlamento è ora composto da quattro deputati liberali e tre sandinisti; restano invece esclusi i parlamentari di ‘Camino Cristiano’ (evangelici) e dello schieramento ‘Azul y Blanco’. In totale, liberali e sandinisti occupano congiuntamente 79 dei 91 seggi del Congresso.

Inaugurando il suo incarico, Nuñez ha sottolineato l’importanza del “rinnovato spirito di unità tra liberali e sandinisti, mirato a dare stabilità, prosperità e riconciliazione al Paese”. Il Nicaragua attraversa da mesi una grave crisi istituzionale che oppone i liberali vicini all’ex-presidente Arnoldo Alemán e i sandinisti di Daniel Ortega al capo dello Stato, Enrique Bolaños di cui i due partiti hanno chiesto la rimozione per accuse di presunti finanziamenti illeciti alla sua campagna elettorale del 2002.

Secondo Bolaños, i suoi detrattori starebbero pianificando “un colpo di Stato istituzionale” per stabilire “una dittatura a due facce”, quelle di Alemán, suo acerrimo rivale, condannato per corruzione, e di Ortega, massimo leader dello Fsln.

[FB] – NICARAGUA 10/1/2005

Sull'autore