Cercando la felicità sotto un tetto di cartone

Antonello Mangano
Share on facebook
Share on twitter
Share on email
Share on whatsapp
Rifugiati dell`emergenza Nord Africa costretti a raccogliere pomodori sotto caporale. Il quartiere nigeriano che offre alcol e sesso. I ristoranti dove si mangia riso e pollo. Il segnale della radio che arriva poco dopo le ultime baracche. La musica che non si spegne mai. Il Ghetto di Foggia è un concentrato estremo. Ma non è l`inferno descritto dai cronisti. Qui si può cercare la felicità

Ghetto di Foggia. La felicità sotto un tetto di cartone

Questa storia è stata letta 3639 volte
Filiere. Cosa c’è dietro l’etichetta?
I legami tra caporalato e filiera agroalimentare
Scopri »