E` uno dei tratti di costa più belli d`Italia. Ma al centro della provincia di Vibo, nei pressi di Tropea, c`è una concentrazione senza pari di orrori. Dai depositi di carburante agli impianti inquinanti, da enormi edifici incompleti a una piscina pubblica con cane morto. Alla stazione la carcassa di un treno data alla fiamme. A due passi dal mare i cavi del petrolio. ATTENZIONE: ALCUNE IMMAGINI POTREBBERO TURBARE LA VOSTRA SENSIBILITA`

     

Scritto da Antonello Mangano

Vibo Marina. Il tour dell'orrore

Sull'autore

Antonello Mangano

È autore di ricerche, inchieste e saggi sui temi delle migrazioni e della lotta alla mafia. Fondatore di “terrelibere.org”, ha scritto i libri "Gli africani salveranno Rosarno" (terrelibere.org 2009), “Gli africani salveranno l’Italia” (Rizzoli 2010), "Voi li chiamate clandestini" (manifestolibri 2010), "Zenobia" (Castelvecchi 2013). Ha collaborato con MicroMega e Repubblica.it. Attualmente scrive per l'Espresso.