Notizie

Ancora rabbia e indignazione. Manifestazione a Messina a un anno da Giampilieri

Si svolgerà oggi 2 ottobre a Messina, con concentramento in Piazza Cairoli alle ore 16.00, il corteo No Ponte contraddistinto dallo slogan “I soldi del Ponte per la messa in sicurezza dei territori”. Una giornata di rabbia e di indignazione. Quanto accaduto un anno fa era stato preannunciato dalle proteste degli abitanti, dagli esperti, dalle reti di attivisti e da eventi simili verificatisi in precedenza.

     

Scritto da Rete No Ponte

Purtroppo, ad un anno di distanza dall’alluvione che ha colpito la zona sud di Messina, lasciando sul terreno 37 morti, e a parecchi mesi dalle frane che hanno interessato i paesi dei Nebrodi, le aspettative di messa in sicurezza e d’aiuto provenienti da quei territori sono largamente disattese. Le prime piogge autunnali, inoltre, hanno nuovamente gettato nella paura i paesi già colpiti e messo in ginocchio Reggio Calabria. Al contrario, il progetto di costruzione del Ponte sullo Stretto ha proseguito il suo iter, un iter stanco, confuso e contraddittorio che, però, si propone all’intero territorio meridionale come un’ipoteca gravida di devastazioni e sprechi.
Noi pretendiamo che i soldi destinati al Ponte (opera inutile, per la quale rimangono sul tappeto i dubbi sulla sua realizzabilità e che si propone come un mega debito rilanciato sulle prossime generazioni) vengano immediatamente utilizzati per mettere in sicurezza sismica ed idrogeologica i nostri territori perché i tragici eventi dello scorso anno non possano più ripetersi.
Rilanciamo, inoltre, la piattaforma della manifestazione nazionale svoltasi a Cannitello il 19 dicembre 2009, nella quale segnalavamo le principali priorità e ciò che per noi è l`essenziale:

1) messa in sicurezza del territorio;

2) ammodernamento del sistema viario;

3) potenziamento e ammodernamento della flotta marittima;

4) rifacimento delle condotte dell’acqua e gestione pubblica come bene comune non alienabile;

5) allestimento dei servizi essenziali fondamentali in ogni territorio, a partire da quelli sanitari.
Al corteo di domani hanno già assicurato la propria partecipazione decine di comitati, associazioni, partiti, sindacati e migliaia di cittadini. L`elenco completo delle adesioni, che è in continuo aggiornamento, può essere verificato sui nostri siti www.retenoponte.it e www.noponte.it e sugli eventi creati sui social network.

Sull'autore

Antonello Mangano

È autore di ricerche, inchieste e saggi sui temi delle migrazioni e della lotta alla mafia. Fondatore di “terrelibere.org”, ha scritto i libri "Gli africani salveranno Rosarno" (terrelibere.org 2009), “Gli africani salveranno l’Italia” (Rizzoli 2010), "Voi li chiamate clandestini" (manifestolibri 2010), "Zenobia" (Castelvecchi 2013). Ha collaborato con MicroMega e Repubblica.it. Attualmente scrive per l'Espresso.