Mafie

Narcotrafficante colombiano estradato negli Stati Uniti

  Gilberto Rodríguez Orejuela, uno dei maggiori narcotrafficanti colombiani sarà estratdato negli Stati Uniti. E` accusato di avere importato cocaina negli USA e di riciclaggio del denaro sporco.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Dopo il parere positivo espresso mercoledì scorso dalla Corte suprema della Colombia, anche il presidente Alvaro Uribe ha autorizzato l’estradizione negli Stati Uniti del ‘Giocatore di scacchi’, al secolo Gilberto Rodríguez Orejuela, 63 anni, massimo capo del cartello della droga di Cali.

Il provvedimento è stato firmato da Uribe e dal ministro dell’Interno e della giustizia Sabas Pretelt in quanto Rodríguez è stato riconosciuto colpevole dalla giustizia colombiana di aver “importato droga negli Stati Uniti” oltre che di aver “lavato denaro sporco attraverso una rete internazionale di imprese di facciata”.

La giustizia statunitense aveva chiesto l’estradizione del boss dei boss di Cali lo scorso 16 dicembre 2003; Bogotá ha ora deciso di acconsentire, a patto che l’imputato sia giudicato e condannato solo per i reati indicati “e non per fatti precedenti diversi da quelli motivati dalla richiesta d’estradizione”.

Gilberto Rodríguez Orejuela e suo fratello Miguel sono considerati, alla pari di Pablo Escobar, i capi emblematici del narcotraffico colombiano, che ha conosciuto il suo massimo periodo di auge tra la fine degli anni Ottanta e la metà degli anni Novanta.

 Questa storia è stata letta 1630 volte

Il libro
Lo sfruttamento nel piatto
La filiera agricola e le vite di chi ci lavora
Leggi »
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Laterza editore

Lo sfruttamento nel piatto

Le filiere agricole, lo sfruttamento schiavile e le vite di chi ci lavora


Nuova edizione economica a 11 €

Lo sfruttamento nel piatto

Ricominciano le presentazioni del libro! Resta aggiornato per conoscere le prossime date