`Messina, il ponte bianco` è il titolo dell`inchiesta a cura della Redazione Interni di Rai News 24 sulla sventata infiltrazione mafiosa nella gara di appalto per la costruzione del Ponte di Messina. Il servizio ricostruisce la storia del più colossale riciclaggio di denaro sporco mai tentato: 5 miliardi di euro, frutto del traffico di eroina e cocaina dell’ormai crollato impero dei Rizzuto canadesi, in affiliazione con i Bonanno newyorkesi ed i Contrera Caruana del Venezuela: il denaro del fiume bianco di droga, cementato nei piloni del Ponte sullo Stretto: il `Ponte bianco di Messina`.

     

Scritto da Enzo Cappucci

 

 

 

 

 

 

Il giornalista Enzo Cappucci ha raccolto le testimonianze dei protagonisti ed intervistato in esclusiva Giuseppe Zappia, un ingegnere italo-canadese, un costruttore, che avrebbe voluto realizzare il ponte a sue spese, con i fondi messi a disposizione da un presunto finanziamento saudita, per poi metterlo a profitto, riscuotendo i pedaggi.

 

 

 

Per gli inquirenti, però, Zappia altri non è che la faccia pulita dei boss, l`uomo in grado di portare a termine il riciclaggio del secolo.

 

 

 

Proprio in questi giorni l`imprenditore è sul banco degli imputati presso il Tribunale Penale di Roma con l`accusa di “associazione per delinquere di stampo mafioso”, mentre Vito Rizzuto, in attesa di una prossima richiesta di estradizione in Italia, sconta in Canada una condanna a 10 anni per triplice omicidio.

 

 

 

 

 

 

 

 

Sull'autore

Antonello Mangano

È autore di ricerche, inchieste e saggi sui temi delle migrazioni e della lotta alla mafia. Fondatore di “terrelibere.org”, ha scritto i libri "Gli africani salveranno Rosarno" (terrelibere.org 2009), “Gli africani salveranno l’Italia” (Rizzoli 2010), "Voi li chiamate clandestini" (manifestolibri 2010), "Zenobia" (Castelvecchi 2013). Ha collaborato con MicroMega e Repubblica.it. Attualmente scrive per l'Espresso.