Migrazioni

Muro antimigranti Usa-Messico crea pure gravi danni ambientali

Celine Camoin
  Rischia anche causare gravi danni all`ecosistema della regione settentrionale del Messico il muro in costruzione alla frontiera con gli Stati Uniti - su iniziativa di Washington - per `fermare` l`immigrazione proveniente da Sud.
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

E´ il parere del ministro messicano dell`Ambiente Juan Rafal Elvira, che ha chiesto all’amministrazione americana di modificare i piani di costruzione della barriera (più di mille chilometri) per evitare un`alterazione dell`ecosistema di una regione attraverso cui migrano molte specie animali, come giaguaro, orso bruno messicano e altre in via di estinzione.

Se non verranno realizzati da Washington studi approfonditi per minimizzare gli effetti negativi su fauna e flora, mette in guardia il ministro, la questione potrebbe finire davanti alla Corte internazionale di giustizia dell`Aja.

La costruzione della barriera di separazione tra Messico e Usa, approvata per legge a ottobre del 2006, è stata definita “disumana” dal presidente messicano Felipe Calderon ma anche dal suo predecessore Vicente Fox, mentre i vescovi messicani e statunitensi l’hanno più volte criticata pubblicamente, senza contare le numerose proteste dalla società civile dei due paesi.

[CC] – MESSICO 31/7/2007

 Questa storia è stata letta 3042 volte

La Spoon River dei braccianti

Il libro
La Spoon River dei braccianti

Otto eroi, italiani e no, uomini e donne.
Morti nei campi per disegnare un futuro migliore. Per tutti.
Figure da cui possiamo imparare, non da compatire.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Laterza editore

Lo sfruttamento nel piatto

Le filiere agricole, lo sfruttamento schiavile e le vite di chi ci lavora


Nuova edizione economica a 11 €

Lo sfruttamento nel piatto

Ricominciano le presentazioni del libro! Resta aggiornato per conoscere le prossime date