Per ordine del governo la magistratura ellenica ha aperto un`inchiesta a carico di quattro
poliziotti – tre agenti e un ufficiale – ritenuti coinvolti nei brutali maltrattamenti subiti da due
giovani immigrati albanesi lo scorso giugno e le immagini dei quali, riprese con un telefonino e finite solo pochi giorni fa su Internet, sono state ritrasmesse da varie stazioni televisive ateniesi.

     

Scritto da Agenzia Ansa

L`episodio, che sarebbe avvenuto nella stazione di polizia di Omonia, nel centro della capitale, è stato duramente condannato dal premier Costas Karamanlis il quale ha detto senza mezzi termini che “tutto il Paese è rimasto scioccato da queste immagini“ e che

“nessuno ha il diritto di abusare della legge né tantomeno di infangare l`immagine della Grecia“.

Adirato pure il ministro dell`ordine pubblico Byron Polydoras, da cui dipende la polizia, il quale ha definito i maltrattamenti “un`azione inaccettabile” e ha affermato che sui fatti verrà svolta un`approfondita indagine. “Il caso è già nelle mani del procuratore e i responsabili riceveranno una punizione esemplare“, ha detto il ministro.

Nel video incriminato si vede solo il volto di un poliziotto ma le voci degli altri due agenti si odono nel sottofondo mentre i due immigrati – che sarebbero stati arrestati dopo aver scippato la borsetta a una donna – vengono insultati, picchiati con uno sfollagente e costretti a schiaffeggiarsi a vicenda. I tre agenti sono stati sospesi dal servizio come pure lo è stato il capo del commissariato anche se non sembra coinvolto nell`incidente.

18/06/2007 14:03

Sull'autore