`Il Governo Israeliano continua a violare la legalità internazionale non solo con le esecuzioni sommarie e mirate, ma anche con la confisca delle terre, la costruzione del muro, i rastrellamenti`, dichiara Luisa Morgantini, vicepresidente dle Parlamento Europeo.

     

Scritto da Luisa Morgantini

“Basta alle esecuzioni sommarie da parte di Israele, basta agli omicidi extragiudiziali: fino a quando l`esercito israeliano avrà la licenza di uccidere impunemente nei Territori palestinesi?”, lo ha dichiarato l`Onorevole Luisa Morgantini, Vicepresidente del Parlamento Europeo, commentando l`escalation di violenza nei Territori Occupati e nella striscia di Gaza che nelle ultime 24 ore ha causato la morte di nove persone, tra cui una bambina di dodici anni.

“Con la costituzione del Governo di Unità Nazionale e con il suo programma che prevede la realizzazione di uno Stato Palestinese sovrano e riconosciuto, entro i confini stabiliti nel 1967, i Palestinesi hanno dimostrato ampiamente di volere una soluzione al conflitto in corso da anni”

“Il Governo Israeliano invece -prosegue la Morgantini- continua a violare la legalità internazionale non solo con le esecuzioni sommarie e mirate, ma anche con la confisca delle terre, la costruzione del muro, i rastrellamenti.

Questi continui attacchi da parte dell ` esercito israeliano rischiano di mettere in serio pericolo la tregua dichiarata da Hamas e di dare un colpo mortale all`iniziativa di pace avviata dalla Lega Araba”

“La Comunità Internazionale è responsabile del perdurare dell`occupazione militare israeliana e delle morti palestinesi e israeliane.

L`Europa -conclude la Morgantini- dovrebbe chiedere fermamente ad Israele di arrestare le continue violazioni di legalità, riconoscere il Governo di Unità Nazionale Palestinese e riprendere i negoziati non perdendo la storica opportunità dell`accordo di Ryad.

In questo senso il Governo Italiano dovrebbe dare un segno concreto nel riconoscere l`intero Governo Palestinese e non con una sola parte di questo, come dichiarato dal Ministro degli Esteri Massimo D`Alema.

Quante altre illegalità devono essere commesse, quanti altri omicidi devono essere compiuti prima che l ` Unione Europea prenda una posizione forte e pragmatica nei confronti di Israele per intimarle il rispetto delle leggi internazionali e dei diritti umani, in nome di una soluzione pacifica e duratura del conflitto basata su due Popoli due Stati?”

Per info Luisa Morgantini 0039 348 39 21 465 o Francesca Cutarelli 0039 340 56 49 335

Sull'autore