Azione giudiziaria di Astaldi contro Consorzio Alli Punta Copanello

Gruppo Astaldi
Share on facebook
Share on twitter
Share on email
Share on whatsapp
Il Gruppo Astaldi replica alle dichiarazioni del presidente del Consorzio Alli Punta di Copanello, Grazioso Manno, pubblicate da emittenti e siti web, in cui si definiva `inaffidabile` la società romana. `Sono affermazioni diffamatorie` ed il Gruppo Astaldi preannuncia iniziative in sede civile e penale.

In occasione della posa della prima pietra da parte del Ministro Antonio Di Pietro dei lavori affidati ad Astaldi S.p.A., relativi alla realizzazione del 1^ tronco della Strada Statale 106 Jonica, il Dott. Manno, Presidente del Consorzio di Bonifica Alli Punta di Copanello, ha rilasciato dichiarazioni diffamatorie nei confronti della stessa Astaldi S.p.A. sia ad Agenzie Stampa che a Televisioni locali.

Astaldi S.p.A. comunica che sta assumendo iniziative in sede civile e penale a tutela della propria immagine imprenditoriale e a tutela dei propri azionisti nei confronti del Presidente del Consorzio di Bonifica.

Contro il Consorzio di Bonifica Alli Punta di Copanello la Astaldi S.p.A. ha intrapreso una azione giudiziaria originata dalla riscontrata ineseguibilità del progetto relativo alla realizzazione della Diga sul fiume Melito, ineseguibilità peraltro ben nota a tutti i soggetti istituzionali competenti.

Gruppo Astaldi – Roma

 Questa storia è stata letta 2006 volte

Il libro / Lo sfruttamento nel piatto
La filiera agricola e le vite di chi ci lavora
Leggi »

Lo sfruttamento nel piatto

Tra breve riprenderanno le presentazioni del libro. Resta aggiornato per conoscere le prossime date



Lo sfruttamento nel piatto