Il 50% dei casi di mortalità infantile registrati in Africa nei bambini di età compresa tra i 0 e 5 anni è causata dalla malnutrizione: lo ha detto oggi l`ufficio continentale dell`Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) a margine di una riunione d`esperti organizzata in Benin. “Oltre il 50% dei piccoli tra 0 e 3 anni che nascono in Africa soffre di malnutrizione, una causa importante di malattie che mette seriamente in pericolo la loro vita” ha spiegato il responsabile del`Oms Ismael Thiam.

“In Africa il 30% dei bimbi sotto i 5 anni vive con una razione alimentare insufficiente, percentuale che tradotta in cifre vuol dire 30 milioni di piccoli africani malnutriti” ha aggiunto una nutrizionista. Lo studio dell`Oms sottolinea come la mancanza di un`adeguata alimentazione renda i bambini sotto i cinque anni particolarmente vulnerabili a malattie come il “paludismo, la diarrea e le infezioni respiratorie”.

Il ministro della Sanità pubblica del Benin, Paese ospite dell`incontro, ha illustrato i risultati di uno studio condotto dal governo: “Le inchieste realizzate dal ministero mostrano che da oggi al 2013 saranno oltre 120.000 i bambini sotto i cinque anni che moriranno a causa della malnutrizione”. In totale ben un quarto della popolazione africana, cioè circa 200 milioni di persone, soffre di denutrizione, secondo un recente rapporto dell`Istituto di ricerca internazionale per la politica nutrizionale (Ifpri).

Il dato – nonostante i grandi impegni di aiuti allo sviluppo africano ufficialmente assunti dai governi dei Paesi ricchi e potenti – supera del 20% quello dei primi Anni ’90. L`Unicef lo scorso maggio, invece, ha fatto sapere che un milione e mezzo di bambini muoiono ogni anno nei dieci Paesi più poveri del mondo prima di compiere il quinto anno d’età. Nella sola Repubblica democratica del Congo, spiegava il rapporto Unicef, muoiono ogni anno circa 530.000 minori di cinque anni d’età.

Misna, 24/09/2004

Sull'autore