Migrazioni

Algeria: governo espelle 1.000 immigrati subsahariani

Uno dei comunicati di Coldiretti, la maggiore associazione italiana di piccoli produttori
Agenzia Misna
  Il governo algerino ha annunciato di aver espulso circa 1.000 immigrati irregolari subsahariani accampati al confine tra Algeria e Marocco e intenzionati a tentare di entrare in territorio spagnolo attraverso le enclave nordafricane di Ceuta e Melilla.
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Lo hanno reso noto fonti della polizia algerina, secondo cui le forze di sicurezza inviate da Algeri avrebbero fatto irruzione nell’accampamento di Ued Jorgi, non lontano dalla località di Maghnia, che da alcuni anni fungeva da punto di raccolta per coloro che illegalmente volevano tentare l’ingresso in Spagna via terra, aiutati da gruppi criminali.

Una volta identificati, gli immigrati sono stati caricati a bordo di 50 autobus ed espulsi verso i Paesi di provenienza con voli partiti dall’aeroporto di Tlemecen; l’accampamento sarebbe stato smontato.

L’Algeria è da sempre uno dei punti di transito degli immigrati irregolari nei loro viaggi della disperazione verso il sogno europeo.

[LL] – ALGERIA 5/12/2005

 Questa storia è stata letta 1632 volte

La Spoon River dei braccianti

Il libro
La Spoon River dei braccianti

Otto eroi, italiani e no, uomini e donne.
Morti nei campi per disegnare un futuro migliore. Per tutti.
Figure da cui possiamo imparare, non da compatire.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Laterza editore

Lo sfruttamento nel piatto

Le filiere agricole, lo sfruttamento schiavile e le vite di chi ci lavora


Nuova edizione economica a 11 €

Lo sfruttamento nel piatto

Ricominciano le presentazioni del libro! Resta aggiornato per conoscere le prossime date