Il governo algerino ha annunciato di aver espulso circa 1.000 immigrati irregolari subsahariani accampati al confine tra Algeria e Marocco e intenzionati a tentare di entrare in territorio spagnolo attraverso le enclave nordafricane di Ceuta e Melilla.

     

Scritto da Agenzia Misna

Lo hanno reso noto fonti della polizia algerina, secondo cui le forze di sicurezza inviate da Algeri avrebbero fatto irruzione nell’accampamento di Ued Jorgi, non lontano dalla località di Maghnia, che da alcuni anni fungeva da punto di raccolta per coloro che illegalmente volevano tentare l’ingresso in Spagna via terra, aiutati da gruppi criminali.

Una volta identificati, gli immigrati sono stati caricati a bordo di 50 autobus ed espulsi verso i Paesi di provenienza con voli partiti dall’aeroporto di Tlemecen; l’accampamento sarebbe stato smontato.

L’Algeria è da sempre uno dei punti di transito degli immigrati irregolari nei loro viaggi della disperazione verso il sogno europeo.

[LL] – ALGERIA 5/12/2005

Sull'autore