Catastrofica la situazione dei diritti umani in Haiti

Agenzia Misna
  A causa del cattivo funzionamento del sistema giudiziario haitiano la situazione dei diritti umani nel paese caraibico è “catastrofica” lo ha detto un funzionario della Missione di stabilizzazione delle Nazioni Unite a Haiti (Minustah), Thierry Fagart.
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

In riferimento alle gravi violazioni dei diritti della persona, alle torture, alle esecuzioni sommarie, agli arresti arbitrari verificatisi negli ultimi due anni a Haiti, Fagart ha criticato il sistema haitiano della giustizia, con giudici che disertano le udienze, sentenze che non vengono applicate, impunità diffusa. Secondo i dati a disposizione delle Nazioni Unite, solo 62 delle 1.632 persone recluse nelle carceri haitiane sono state sottoposte a processo: tra i detenuti in attesa di giudizio vi sono anche ex-ministri del governo preceduto da Jean Bertrand Aristide.

A proposito della violenza nelle strade, invece, dal febbraio 2004, data in cui l’ex-presidente Aristide fu destituito e costretto all’esilio, almeno 2.000 persone hanno perso la vita a Haiti, mentre i sequestri a scopo d’estorsione sono stati non meno di 400; tra le vittime anche 8 caschi blu dell’Onu.

[LL] – HAITI 18/10/2005

 Questa storia è stata letta 2146 volte

Il libro
Lo sfruttamento nel piatto
La filiera agricola e le vite di chi ci lavora
Leggi »

Lo sfruttamento nel piatto

Ricominciano le presentazioni del libro! Resta aggiornato per conoscere le prossime date



Lo sfruttamento nel piatto