Albania chiede `indipendenza condizionata` per il Kosovo

Reuters Italia
  L`Albania ha lanciato di fronte all`Assemblea generale delle Nazioni Unite la richiesta che la provincia del Kosovo, a maggioranza albanese, possa scegliere l`indipendenza condizionata dalla Serbia-Montenegro, ottenendo immediatamente il rifiuto di Belgrado.
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Il ministro degli Esteri albanese Besnik Mustafaj ha detto ieri all`Assemblea generale dell`Onu che lo status finale del Kosovo “dovrebbe essere basato sulla libera volontà del popolo kosovaro espresso attraverso mezzi democratici”, garantendo allo stesso tempo i diritti delle minoranze etniche.

“In questo contesto, un`indipendenza condizionata potrebbe consentire alla comunità internazionale di osservare per un certo periodo di tempo il pieno sviluppo delle istituzioni e della società kosovara, che saranno di garanzia per i serbi e le altre minoranze”, ha detto Mustafaj.

L`Onu amministra il Kosovo dalla campagna di bombardamenti della Nato nel 1999, per porre fine alla repressione da parte delle autorità serbe della comunità albanese.

La maggioranza albanese del Kosovo – che rappresenta il 90% della popolazione – chiede con sempre maggior insistenza l`indipendenza, ma la Serbia è contraria.

Fonti diplomatiche hanno detto che gli Usa, l`Unione europea e l`Onu stanno valutando alcune forme d`indipendenza condizionata per il controllo sotto la supervisione Ue, nel corso dei negoziati condotti dall`Onu che dovrebbero partire entro la fine dell`anno.

Usando il proprio diritto di replica all`Assemblea generale Onu, il rappresentante della Serbia ha detto di essere sorpreso dal cambiamento di politica dell`Albania, chiedendo l`indipendenza per il Kosovo.

“Questa richiesta pregiudica il futuro status del Kosovo prima che i colloqui su questa questione siano partiti. Non contribuisce alla necessaria cooperazione tra Belgrado e Tirana, né alla stabilità della regione”, ha detto il vice ministro degli Esteri serbo Miomir Udovicki. “Vorremmo ricordare che il Kosovo è parte della Serbia e che i colloqui sul futuro status della provincia saranno condotti tra Belgrado, Pristina e la comunità internazionale”.

Reuters Italia, 22.09.2005

 Questa storia è stata letta 1399 volte

Il libro
Lo sfruttamento nel piatto
La filiera agricola e le vite di chi ci lavora
Leggi »

Lo sfruttamento nel piatto

Ricominciano le presentazioni del libro! Resta aggiornato per conoscere le prossime date



Lo sfruttamento nel piatto