Archiviato come: rom

Nomadi per decreto

Chiamiamo nomadi quelli che non vogliono spostarsi. Cambiano casa quando li sgomberiamo. Vogliono viaggiare tutti gli altri, ma glielo impediamo. Quelli che voglioni curarsi, amare, conoscere un pezzo di mondo diverso. Paradossi di un mondo in cui i luoghi comuni prendono il posto della realtà

L'ingresso del campo di Lombroso

Campi nomadi spa. Roma, 24 milioni che creano miseria

Una cifra enorme per recintare ottomila Rom della Capitale. Da metà anni ’90, col criterio dell’emergenza, sono in piedi numerosi campi (“Villaggi della solidarietà”) che producono miseria morale e materiale. Eppure le alternative esistono. Messina e Padova sono due esempi virtuosi. Fuori dai recinti.

146500920_bfc5b62ad6_m

Rom, non erano ladri di bambini. Ma dove sono ora le prime pagine?

Sono stati prosciolti nel silenzio generale i due Rom accusati di aver tentato di rapire una bimba davanti all’Auchan di Catania. Nel maggio scorso giornali e tv diedero per scontata la loro colpevolezza, nel contesto della campagna mediatica sulla sicurezza. Il campo nomadi catanese fu sgomberato, uno degli accusati ha trascorso questi mesi in carcere. Chi li risarcirà, chi avrà almeno il buon gusto di chiedere scusa o semplicemente dare la notizia della sentenza?

10,608 letture