Gli incidenti nei cantieri A3 dal 2008 al 2011. La cronologia

 

Vincenzo Gargiulo è molto fulminato. Angelo Campanelli schiacciato dal rullo compattatore. Rocco Palumbo è caduto da un ponteggio. Salvatore Pagliaro è stato ucciso per soffocamento da una colata di cemento. Morti orrende, episodi sconosciuti. Nessuno ricorda che nei lentissimi cantieri della Salerno – Reggio Calabria si può morire per la fretta. Perché gli edili devono fare gli straordinari per non perdere il lavoro.

Pubblicato su FaiNotizia.it

2011

4 giugno – SALERNO – Angelo Campanelli, 29 anni, muore a Pontecagnano, nel Salernitano, durante le operazioni notturne di stesa dell’asfalto. L’uomo è rimasto vittima del ribaltamento del rullo compattatore che stava guidando in corrispondenza di un dislivello tra la nuova carreggiata in corso di realizzazione e quella esistente, già aperta al traffico.

7 giugno – COSENZA – Anas comunica che nelle prime ore della mattina, in un cantiere del Secondo macrolotto a Lagonegro, un operaio dipendente della ditta Smi Italia Srl è rimasto ferito (colpito al braccio da un pezzo di carpenteria metallica) mentre era impegnato in un montaggio per il viadotto Pennarone.

7 luglio - PALMI (RC) – Un operaio di 41 anni, Vincenzo Gargiulo, napoletano, è morto in un incidente sul lavoro avvenuto in un cantiere in località Ulivarella, presso Bagnara Calabra. L’uomo era sopra una gru e al momento dell`incidente stava spostando delle travi quando il mezzo meccanico avrebbe urtato un cavo dell’alta tensione fulminandolo.

19 ottobre – BATTIPAGLIA (SA) – Un operaio della ditta Elia di Salerno, il 43enne di Baronissi Romeo Matonti, è stato travolto e ucciso da un autocarro mentre era intento ad effettuare la rimozione della segnaletica di un cantiere.

16 novembre – MORANO (CS) – Un operaio di 27 anni, Fabio Bruno di Morano Calabro, dipendente di una ditta subappaltatrice dell`impresa Uniter, è deceduto a seguito del ribaltamento di un carrello elevatore. L’incidente si è verificato all’interno del cantiere tra Campotenese e Morano.

2010

12 febbraio – PALMI (RC) – Rocco Palumbo, trentaduenne di Gioia Tauro, dipendente di un’impresa impegnata nel cantiere del Quinto macrolotto, è morto per le ferite riportate a seguito di un incidente sul lavoro. L’operaio, che faceva parte di una impresa subappaltatrice, è caduto da un’altezza di sei metri mentre lavorava su un ponteggio.

28 febbraio – PALMI (RC) – Salvatore Pagliaro, 51 anni, è morto in un incidente sul lavoro avvenuto in un cantiere, ancora una volta nei pressi dello svincolo autostradale di Palmi. Cadendo da un pilone sarebbe precipitato su una colata di cemento. Inutili i soccorsi per tentare di salvarlo. Un anno più tardi la Procura della Repubblica chiederà il rinvio a giudizio di 12 persone tra responsabili di cantiere e dirigenti di sei aziende. L’ipotesi di reato è l’omicidio colposo di Pagliaro e Palumbo.

8 settembre – SALA CONSILINA (SA) – Vengono ricoverati nell’ospedale di Polla, entrambi in prognosi riservata, due operai pugliesi vittime di un incidente sul lavoro. I feriti hanno entrambi 44 anni. Uno è in rianimazione, l’altro ha subito l’asportazione della milza. Sarebbero stati investiti improvvisamente da diversi massi mentre erano impegnati nella realizzazione di un fossato.

22 settembre – FALERNA (CZ) – Durante le attività di scavo nella nuova galleria “Timpa delle Vigne” un operaio è rimasto ferito a una gamba, a causa di pezzi di materiale staccatisi dal fronte della galleria. L’uomo è stato subito soccorso dai colleghi ed è stato trasportato, in un’ambulanza del 118, nel vicino ospedale di Lamezia.

2009

24 settembre - TARSIA (CS) – Valerio Messuti, 21 anni, era originario di Marsico Vetere (Potenza). Stava lavorando con altri due colleghi, per conto dell’impresa esecutrice Carena di Genova, nel cantiere per la costruzione della nuova galleria “Serra dell’Ospedale”. Messuti, che si trovava assieme ai due colleghi sul cestello elevatore, sarebbe stato colpito alla testa da un blocco di argilla staccatosi improvvisamente dal fronte di scavo. È morto sul colpo.

18 marzo – SICIGNANO (SA) – Un operaio, Gerardo Di Pasquale di 54 anni, è rimasto ferito mentre lavorava nella galleria in costruzione tra Contursi e Sicignano. Secondo una prima ricostruzione, l’uomo, alle 4:30 di mattina, si trovava su una delle impalcature utilizzate per eseguire lavori in galleria. All’improvviso ha perso l’equilibrio ed è caduto da un’altezza di circa 7 metri.

2008

6 agosto – CAMPOTENESE (CS) – L’operaio Daniele Colacino è rimasto ferito in maniera grave in un incidente sul lavoro avvenuto in un cantiere di manutenzione dell’autostrada.

15 maggio – SAN MANGO PIEMONTE (SA) – Un operaio, Giuseppe De Stefano di 29 anni, di Battipaglia, è morto in un incidente verificatosi nel cantiere del nuovo svincolo di San Mango Piemonte. È stato travolto da un tir in retromarcia che trasportava materiale bituminoso. Si trovava accanto a una betoniera ed era intento a controllare il getto del calcestruzzo per conto dell’impresa esecutrice dei lavori del nuovo svincolo autostradale.